“….Talora niente di meglio di una pietanza ci può fare da guida nel misterioso labirinto della Sicilia. Oggi noi godiamo della vite, dell’ulivo, degli aranci e dei limoni e li consideriamo come da sempre inscritti nel nostro paesaggio agrario…In realtà ciò che vediamo è un prodotto della storia dell’Isola”.

 

Le antiche tradizioni culinarie, ricche dei profumi e del sole di Sicilia racchiudono i segreti di questa splendida terra dominata da vari popoli che hanno contribuito ad arricchire la cucina siciliana attraverso mille sfumature.

Quella siciliana, è una civiltà unica che ha conservato intatte nel tempo le proprie caratteristiche. I molteplici aspetti di questa civiltà, proprio nell’arte culinaria, si esprimono al meglio, la tavola diviene uno scenario per la fantasia, esprimendo la creatività e l’eleganza innata di questo popolo, derivante dal ricchissimo patrimonio culturale dell’Isola.

Il “convivio” si celebra qui forse meglio di ogni altra parte del mondo, le salse agrodolci, la cassata, le verdure, le carni presentate in mille modi. Per non parlare delle molteplici sfumature di tutte quelle leccornie che trovano ispirazione nel mondo orientale e spagnolo e che contengono in sé richiami di miti, leggende, bellezza e poesia.

Alla festosa policromia di ogni vivanda ha contribuito la bellezza della natura con i suoi vulcani, il sole, il mare, le grandi distese di terreni fertili. Dall’Isola si sono diffusi in tutto il mondo la pasta reale, i pistacchi, le mandorle, i pinoli… continua sul blog babilonia

Altri articoli sulla cucina siciliana dal Blog Babilonia

Le creature del mare

di Ketty Scarcella

Il mare siciliano, autentico scrigno di ricchezze, offre infiniti spunti gastronomici legati alle tradizioni, alle usanze ed ai sapori di questa terra aperta da millenni ad esperienze multiculturali. Non mi stancherò mai di dirlo, ma affacciarsi alla cucina della Sicilia significa entrare in stretto contatto con tradizioni antiche portate dai tanti conquistatori giunti su quest’isola…

Continua sul blog Babilonia »

Il nettare degli dèi

di Ketty Scarcella

Devo dire che sono molto lieta di scrivere al riguardo, per il semplice fatto che esso nasce dal suggerimento e di conseguenza dall’interesse e dalla curiosità dei nostri lettori. Infatti, risale al 10 gennaio 2008 la richiesta di una nostra lettrice di trattare una rubrica sul tanto decantato vino siciliano, sulle sue caratteristiche e la sua fama nel mondo.

Continua sul blog Babilonia »

Le crispelle di riso o di San Giuseppe

di Babilonia

Le crispelle di riso “uso Benedettini”, sono dei tipici dolci fritti catanesi, a base di riso, che venivano un tempo consumati in occasione della festività di San Giuseppe. Sono note anche come zeppole di riso nel resto della Sicilia. Sembra che a realizzare questo dolce siano state per prime le suore…

Continua sul blog Babilonia »

I peccati della carne

di Alessandro Adorno

Ahimè in questo numero molti vegetariani storceranno il naso… forse nemmeno si addentreranno nella lettura; ma io da buona amante della carne non potevo certo non includerla, nonostante molti testi sostengano che i popoli la cui dieta è povera di carne sono i detentori del record di esplosione demografica nonché quelli che hanno coltivato più diligentemente l’arte dell’erotismo…

Continua sul blog Babilonia »

Erbe e spezie

di Ketty Scarcella

Per conoscere al meglio i segreti, i profumi ed i sapori di questa terra vi invito a percorrere con me un delizioso ed emozionante cammino attraverso gli ingredienti che Madre Natura ci ha donato ma soprattutto attraverso la creatività siciliana nel combinare cibi diversi tra loro e attraverso la passione per le cose buone, vera regina della nostra tavola.

Continua sul blog Babilonia »

La magia del Natale sulle tavole siciliane

di Ketty Scarcella

Le strade si colorano di un’infinità di luci e decori natalizi, nell’aria si respira un’atmosfera di gioia ed allegria, il profumo delle caldarroste ci porta indietro nel tempo ma sono soprattutto le nostre tavole imbandite a fare da padrone assolute alle feste natalizie nella “bedda” Sicilia.

Continua sul blog Babilonia »